ULTIMO INCONTRO DEL CCRR, NEL BICENTENARIO DELLA NASCITA DI FRANCESCO BORGATTI

Il 30 maggio 1818 nasce a Renazzo Francesco Borgatti e quest’anno ricorre il bicentenario della nascita.

La sua figura di patriota, giornalista, avvocato, deputato, vicepresidente del Senato, ministro di Grazia e Giustizia e dei Culti del secondo governo Ricasoli e, soprattutto, grande tecnico del diritto che diede un contributo di grande portata alla formazione giuridico amministrativa del novello stato italiano, è spesso citata nei convegni di storia dell’unificazione italiana e dei rapporti Stato – Chiesa tuttavia non è mai stata oggetto di un convegno di studi specifico.

In passato non sono mancate relazioni incentrate su singoli aspetti della sua attività di governo, tuttavia appare evidente che una personalità di così grande rilievo che ebbe incarichi al massimo livello in diverse temperie storiche e politiche per un lungo arco di anni, abbisogna di una riflessione complessiva che ne restituisca un’immagine precisa alla storia del nostro Paese.

Per queste ragioni, in accordo anche con i discendenti del Borgatti, si è deciso di organizzare l’evento conclusivo del Consiglio Comunale dei Ragazzi, rivolto primariamente agli studenti delle scuole secondarie di primo grado del territorio, proprio nella villa di proprietà del Borgatti dove a lungo ha soggiornato.

Attraverso questa iniziativa si da inizio ufficialmente alle celebrazioni per il bicentenario della nascita di Borgatti.

La giornata avrà inizio Giovedì 31 maggio a Villa Borgatti alle ore 17.30; saranno presenti le autorità, che consegneranno una targa a ricordo, in attesa di affiggere la lapide marmorea all’esterno della villa, i ragazzi del Consiglio Comunale dei Ragazzi e il Prof. Luigi Davide Mantovani, presidente dell’Istituto della Storia del Risorgimento – Sezione di Ferrara che terrà una prolusione sulla figura del politico centese; seguiranno i lavori del Consiglio Comunale e la serata si concluderà con un rinfresco.